Itcup

Storie di Campioni: intervista a Remo Mariani

24/02/2016 | Autore: Ascanio L. Strinati

Conosco Remo Mariani da qualcosa come 18 anni e senza mezzi termini lo considero uno dei migliori in assoluto. Remo ha dato corpo al concetto di trading come attività imprenditoriale. Ha riunito un gruppo di lavoro (dei soci a tutti gli effetti), ha investito del denaro (e non poco), redige budget e consuntivi, stende piani a breve, media e lunga scadenza. Il suo introito deriva in toto dal gain dei mercati.

A ben vedere il migliore punto di approdo in questo folle, bellissimo, maledetto mestiere. L’alternativa è la gestione che però come dice lo stesso Remo: “…è un altro mestiere. Ci sono i clienti e tutto quello che ne deriva”.

Volete sapere com’è Remo? Eccovi due elementi esemplificativi.

Correva il ’99/2000: “Certo, Remo, che quando ti ho conosciuto, a giudicarti dal colbacco sopra l’espressione di eterna meraviglia, non t’avrei dato un gran credito”.

Risposta: “Intanto grazie di esserci andato piano, io avrei detto di peggio. Il colbacco è un retaggio della mia attività ai mercati (ortofrutticoli). Primo tiene calda testa ed orecchie e quando si lavora al mattino presto è un bene, poi torna utile quando la tua controparte ti considera un po’ tonto. Di solito quando si accorge dell’errore non solo è tardi ma neppure si arrabbia. In fondo è colpa sua averti sottostimato”.

Una delle frasi preferite: “E’ più furbo il furbo o chi conosce il furbo?”

Questa la cifra dell’uomo: la differenza tra modestia ed insicurezza, la grande capacità di giudicare persone e situazioni e la dedizione al lavoro, qualsiasi esso sia. Se c’è una nota stonata in quest’ultima chiacchierata che ci siamo fatti è una sorta di stanchezza, neppure troppo dissimulata.

Remo: “Vedi Ascanio, come sai ho iniziato ad interessarmi di trading nel ’98 e quasi da subito ho capito che poteva diventare, almeno per me, il mestiere più bello del mondo. Nel 2001 ho trovato il coraggio di vendere l’azienda di famiglia e dedicarmici full time. Onestamente posso solo dirmi contento della scelta fatta. Ho guadagnato bene, mi sono dedicato ad una cosa estremamente appassionante, ho conosciuto gente in gamba e non ultimo ho potuto stringere i sodalizio con Edoardo e Carlo (Carlo Chiapponi e Edoardo Ciotti, nda). Inoltre il poter spaziare, come ho fatto, su tanti diversi mercati e strumenti è una cosa davvero importante per tenere viva la mente e la curiosità. Per non parlare poi di alcuni frangenti molti duri per la mia famiglia in cui praticamente qualsiasi altro mestiere sarebbe stato improponibile, aggiungendo quindi problema su problema”.

D: Certo, la tua è la classica bella storia di successo, di quelle che mettono ottimismo.

Remo: “Non so come andrà a finire ma certo è stata molto bella”

D: “Al passato?”

Remo: “Ultimamente mi sto ponendo diverse questioni, anche con i miei soci.”

D: “Ad esempio?”

Remo: “Le tasse tanto per cominciare. Il buon senso suggerirebbe che delle due l’una: o hai un’aliquota forfettaria molto competitiva oppure applichi la tassazione sull’effettivo guadagno, quindi scaricando le spese. Vogliamo poi parlare di tutti gli altri balzelli annessi e connessi? No guarda, sotto il profilo fiscale non ci siamo davvero più. A questo aggiungi che i margini di guadagno si sono davvero ridotti.”

D:” Sulle tasse è difficile darti torto ma i rendimenti, visto che operi ormai da anni sull’obbligazionario, dipendono molto dall’appiattimento dei tassi. In primis potresti tradare altri mercati e poi i tassi non saranno a zero per sempre”

Remo: “Non è così semplice. Intanto ci ho / ci abbiamo provato. Commodities, Opzioni, Trading System, etc etc. Semplicemente è davvero molto difficile tenere il rischio sotto controllo su masse importanti come quelle che muoviamo noi. Poi c’è un problema davvero ineludibile: il tempo. Sto invecchiando. Questo influisce sia sul rendimento che sull’attitudine ad intraprendere”.

D: “A dirtela tutta mi sembra che stiamo girando attorno al vero problema”

Remo: “Forse hai ragione. Se proprio devo dirtela tutta sento una certa disillusione generale. Forse saranno discorsi da vecchio (d’altronde che sto invecchiando te l’ho già detto) ma a me sembra che si sia perso lo spirito. Tante aspettative, magari verso colleghi blasonati, disattese, un complessivo sentimento di ostilità verso questa professione. Più di tutto però sento la mancanza di quello spirito pionieristico dei primi tempi. Agli albori eravamo tutti dalla stessa parte. Ad esempio il broker era quello che ti aiutava a battere il mercato, oggi è quello che sembra non avere altro scopo che complicare la vita al cliente con regole, moduli e codicilli.

Ti dico la verità: oggi se uno dei miei figli me lo chiedesse forse gli direi che è un mestiere da cui stare alla larga.”

comments powered by Disqus

20° Campionato di Borsa con Denaro Reale
Investiment & Trading Cup
Edizione 2018

Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, SIAT (Società Italiana Analisi Tecnica), Trading Library, Traderlink, Investment & Trading Forum e l’Annuario del Trading On Line, è la competizione fra trader e metodologie operative di Borsa che si affrontano operando con denaro reale sui mercati finanziari. Il Campionato, fedele alla sua lunga tradizione, vuole porsi come utile occasione di confronto tra operatori di Borsa e strumento di valorizzazione dei talenti, del tutto o in parte inespressi.
Semplici le regole: si deposita una somma iniziale su di un conto di trading, si opera, e viene proclamato vincitore colui che, al netto di commissioni e spese realizza la performance più alta.

SVOLGIMENTO:

Il Campionato ha inizio alle ore 08.00 del 12 marzo 2018 e termine alle ore 23.00 del 1 giugno 2018. La categoria di partecipazione è unica e il partecipante potrà operare su tutti gli strumenti che il proprio broker gli metterà a disposizione, fatte salve le limitazioni e le esclusioni di cui agli articoli successivi. Il deposito iniziale dovrà essere uguale o superiore a 2.000 euro. Non sono previsti massimali di deposito. Per l'operatività su particolari strumenti, quali ad esempio i derivati, l'intermediario convenzionato potrà decidere autonomamente di alzare il deposito minimo in funzione dell’importo richiesto quale margine di garanzia. Il primo classificato per il maggiore rendimento conseguito nel periodo di gara, purché positivo, verrà proclamato “Campione di Borsa ITCup con Denaro Reale 2018". Nel caso l'intermediario finanziario dell’aspirante partecipante non sia convenzionato con il Campionato il concorrente dovrà aprire un nuovo conto presso una delle aziende convenzionate usufruendo delle condizioni da queste praticate. Gli intermediari finanziari convenzionati decideranno in assoluta autonomia le condizioni economiche (commissioni, margini, spese fisse, tassi di interesse, eccetera) da applicare ai fini del Campionato ma hanno l’obbligo di applicarle a tutti i partecipanti della propria scuderia senza distinzione di sorta. L’elenco degli intermediari che aderiscono al Campionato è esposto sul sito www.itcup.it e sulla pubblicità in genere. Per essere proclamati vincitori è necessario avere effettuato almeno 10 operazioni di compravendita durante il Campionato (una operazione consiste nell’acquisto e successiva vendita).

PREMI SPECIALI:

Sia prima che durante lo svolgimento del Campionato il Comitato Promotore, anche su suggerimenti del pubblico e dei partecipanti, istituirà una serie di premi speciali volti a sottolineare particolari metodologie, stili, risultati ed ogni altro particolare dell'operatività dei concorrenti. Il tutto naturalmente volto a valorizzare le rispettive peculiarità. Fin da subito viene istituito il premio Top Forex 2018 che sarà assegnato al concorrente che avrà realizzato la migliore performance operando su mercati delle valute cash.

MERCATI OGGETTO DEL CAMPIONATO:

i partecipanti possono operare su tutti i titoli che il proprio intermediario mette a loro disposizione. Il Comitato Promotore si riserva di escludere, o aggiungere, ogni altro strumento anche a competizione avviata.

LIMITAZIONI NELL'OPERATIVITA':

L'operatività intraday è consentita su tutti gli strumenti previsti dal regolamento, con la sola eccezione dei certificates. Vista però le finalità divulgativa e didattica della manifestazione il Comitato Promotore è orientato a scoraggiare l'utilizzo di tecniche e modalità operative particolarmente rapide o comunque poco replicabili. In questi casi, sempre previo confronto con i concorrenti, il Comitato Promotore si riserva il diritto di escludere dal computo della performance le operazioni de quo. Per quanto riguarda la Borsa Italiana è vietato aprire operazioni in After Hours, mentre potranno essere liquidate posizioni in diritti, o altro strumento, derivanti da operazioni straordinarie. Per gli strumenti quotati al Sedex è fatto divieto di aprire e chiudere posizioni in giornata. Le sanzioni possono andare dal semplice avvertimento, alla cancellazione di talune operazioni fino all’esclusione del concorrente. Ogni versamento o ritiro di liquidità effettuato dopo l'inizio della competizione dovrà essere segnalato dalla sim/broker al Comitato promotore che provvederà all’immediata esclusione del partecipante dal Campionato stesso.

PARTECIPAZIONE al “TOP OF THE TOP”:

In occasione dell’Investment & Trading Forum ‘18 che si terrà a Rimini il 14 e 15 giugno 2018 i vincitori del torneo potranno prendere parte alla manifestazione Top of the Top. I dettagli del regolamento dalla manifestazione Top of the Top saranno comunicati attraverso tutti i canali a disposizione del Campionato, primo fra tutti il sito www.itcup.it, non appena definiti dall’organizzazione dell’evento stesso.

CALCOLO DELLE PERFORMANCES:

Il rendimento sarà calcolato rapportando l’utile conseguito (al netto delle commissioni di negoziazione e di ogni altra spesa relativa all’apertura e mantenimento del conto) al capitale iniziale (ad esempio un utile di 1.000 euro su un capitale iniziale di 10.000 euro fornisce ai fini del campionato un rendimento del 10%). Vista la possibilità di operare presso alcuni broker con un conto già in essere e, non meno importante, la necessità di armonizzare le performance tra cittadini di diverse nazioni, il calcolo delle performance non terrà conto delle imposizioni fiscali.

PARITA’ DI CONDIZIONI:

Le sim/broker convenzionate hanno l’obbligo di applicare a tutti i partecipanti della propria scuderia le medesime condizioni economiche (commissioni, margini, spese fisse, tassi di interesse, eccetera). L’elenco delle sim/broker che aderiscono al Campionato è esposto sul sito www.itcup.it e su tutti i media coinvolti nella comunicazione istituzionale. Ogni singola sim/broker deciderà in assoluta autonomia sia le commissioni di intermediazione che ogni altra condizione da applicare alla propria clientela ai fini del Campionato.

BUONA FEDE DEL CONCORRENTE:

Il partecipante si impegna, secondo le norme civilistiche generali sull’adempimento delle obbligazioni contrattuali, a concorrere secondo correttezza ed in buona fede e nel rispetto delle disposizioni degli organi di vigilanza e di regolamentazione dei mercati su cui opera.

PROCLAMAZIONE DEI VINCITORI:

Il primo classificato riceverà il Trofeo Campione di Borsa ITCup con Denaro Reale 2018 in occasione dell’Investment & Trading Forum (ITF) che si terrà a Rimini il 14 e 15 giugno 2018. Il secondo classificato riceverà una targa ed il terzo una pergamena. I vincitori dei premi e delle sezioni speciali riceveranno una targa. Non saranno considerati vincitori ne riceveranno premio, riconoscimento o titolo alcuno quei partecipanti che hanno conseguito un risultato finale negativo.

ISCRIZIONE:

Possono partecipare al Campionato tutti i cittadini italiani, europei o di altre nazionalità che al momento dell’iscrizione abbiano compiuto il diciottesimo anno di età. L’iscrizione al Campionato è gratuita. In linea generale è vietata la partecipazione al Campionato con conti cointestati o con conti intestati a terzi o con provvista di denaro di terzi. Inoltre alcune eccezioni, a discrezione del Comitato Promotore, potranno essere prese in considerazione. Per iscriversi occorre compilare il form on line sul sito www.itcup.it; il sistema provvederà ad inviare all’aspirante concorrente un form automaticamente compilato e questi provvederà a sottoscriverlo ed inviarlo alla segreteria del Comitato Promotore all’indirizzo email info@itcup.it. L’indirizzo di email indicato nell’iscrizione sarà utilizzato dalla segreteria per ogni comunicazione. E’ possibile iscriversi anche dopo il 12 marzo 2018, ma non oltre il 13 aprile 2018. Il Comitato Promotore potrà richiedere copia di un documento di identità valido che il concorrente sarà obbligato ad inviare pena la squalifica dal Campionato stesso.

ANONIMATO:

Ogni partecipante può scegliere di partecipare al Campionato con il suo vero nome oppure sotto pseudonimo. Chi opti inizialmente per l’anonimato ha la facoltà di rinunciarvi irrevocabilmente mediante comunicazione alla Segreteria del Campionato a mezzo email spedita dall'indirizzo indicato all'atto della registrazione. La rinuncia deve pervenire entro e non oltre le 13.00 del 18 maggio 2018. Gli eventuali vincitori che abbiano optato per l’anonimato non potranno fregiarsi del titolo ne partecipare al Top of the Top in qualità di vincitori. Il Comitato Promotore si riserva, a propria assoluta discrezione, di non accettare pseudonimi che possano arrecare danno al buon nome del Campionato o che abbiano spiccate finalità propagandistiche e/o commerciali o che siano generalmente in contrasto con la filosofia e le finalità del Campionato stesso.

PUBBLICAZIONE DELLE CLASSIFICHE:

La classifica per rendimento viene redatta sulla base del rendimento percentuale rispetto al capitale iniziale investito per singola sezione e categoria. Le classifiche parziali per tutta la durata del campionato sono aggiornate con i dati del giovedì precedente. Tali classifiche parziali saranno trasmesse via posta elettronica alla segreteria del Campionato all’indirizzo info@itcup.it entro le ore 14:00 di ogni venerdì. Nel caso di operazioni in essere l’eventuale portafoglio sarà valorizzato in base ai prezzi di riferimento se azioni italiane o di chiusura se azioni straniere. Entro il lunedì mattina per tutta la durata del Campionato verrà diffusa presso i media e pubblicata sul sito www.itcup.it una graduatoria parziale. Le sim/broker si rendono le uniche garanti della veridicità di tali graduatorie.

PUBBLICITA’ DELLE MIGLIORI OPERAZIONI:

in linea con l’andamento del Campionato verranno esposti sul sito ufficiale del Campionato e diffusi alla stampa i files contenenti tutte le operazioni chiuse dei primi classificati. A tale fine ogni sim/broker partecipante invierà, su richiesta della segreteria del Comitato Promotore, anche il listato di tali operazioni. Tali approfondimenti potranno eventualmente riguardare anche partecipanti che non occupino posizioni apicali in classifica.

POTERE DI ISPEZIONE: 

Il Comitato Promotore, o tramite suo personale o attraverso delega a professionisti esterni, ha potere d’ispezione sui conti dei partecipanti al Campionato ed ha diritto di richiedere l’elenco delle operazioni compiute. I partecipanti al Campionato danno il consenso ex decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 a che i loro conti possano essere ispezionati in qualsiasi momento e per qualsiasi ragione dal Comitato Promotore e che le loro operazioni possano venire divulgate indipendentemente dalla propria posizione in classifica. Il diniego o il ritiro di questo consenso da parte dei partecipanti al Campionato comporta la nullità della richiesta di iscrizione e la esclusione immediata dal Campionato senza il diritto di comparire nella classifica finale. Il rifiuto di consegnare entro e non oltre le 48 ore dal ricevimento della domanda l’elenco delle operazioni compiute da parte della sim/broker convenzionata comporta la esclusione della medesima e di tutti i suoi clienti dal Campionato. Il Comitato Promotore, a sua discrezione, in casi di concorrenti che compiano operazioni dubbie o comunque non rappresentative di una reale capacità di gestire i mercati finanziari, ha facoltà, dopo una ammonizione preventiva, di escludere i concorrenti dalla competizione. In casi di minore gravità oppure di errori manifesti il Comitato Promotore può invalidare alcune operazioni detraendo l’eventuale utile dal computo complessivo delle performance.

RECLAMI:

I partecipanti possono, durante lo svolgimento del Campionato, per qualsiasi irregolarità di cui fossero oggetto o venissero a conoscenza presentare reclamo scritto alla Segreteria Campionato I T Cup. I reclami dovranno essere recapitati a mezzo email inviata dall'indirizzo indicato all'atto dell'iscrizione entro e non oltre la chiusura del Campionato alle ore 23.00 del 3 giugno 2018. Il Comitato Promotore valuterà tutti gli eventuali reclami prima di procedere alla proclamazione dei vincitori. Le decisioni del Comitato Promotore sono inappellabili e insindacabili.

PROMOTORE DEL CAMPIONATO:

Il promotore del Campionato vigila sulla regolarità del Campionato e allo scopo infligge a sua discrezione eventuali sanzioni, fino all’esclusione dal Campionato, e proclama i vincitori. Promotore del Campionato è SerIT srl nella sua personalità giuridica.

NORME DI LEGGE:

Il Comitato Promotore si riserva il diritto di modificare ogni singolo punto del presente statuto sia prima che durante tutta la durata del Campionato e di escluderne qualsiasi persona la cui partecipazione possa arrecare danno al buon nome del Campionato. Per ogni controversia legale è competente il Foro di Modena.